#MarcHuzzo_eXperience

Il Piceno

MarcHuzzo

Cenni Storici

Il Piceno è stato sin dalla preistoria prescelto come luogo di insediamento. L’umanizzazione del territorio geografico diventò intensa in epoca protostorica, periodo in cui fiorì “la civiltà Picena”.


Il Piceno 

Sfortunatamente, la decadenza dei Piceni coincise con l’espansionismo romano che si intensificò nel corso del III-II secolo a.C..

Tra il 269-268 a.C. Roma conquistò i Piceni. Da questo momento in poi il territorio fu pian piano modellato secondo i canoni dell’organizzazione romana.

In seguito il Piceno entrò a far parte della V Regio augustea di cui facevano parte le attuali province di Ancona, Macerata, Ascoli Piceno, Teramo e Pescara.

Nel corso della decadenza romana, con le invasioni barbariche, la regio cambiò aspetto. Nel VI secolo con i  Longobardi la zona entrò a far parte del ducato di Spoleto e in seguito delle dinastie franche.

Infine tra il IX ed il X secolo si affermò, il fenomeno dell’incastellamento che trasformò radicalmente il paesaggio con la costruzione di piccoli insediamenti arroccati sulle cime delle colline.

Un’impronta ancora molto visibile nel paesaggio.

Il Piceno oggi

Vista panoramica San Benedetto del Tronto

Ubicato nella parte meridionale della regione Marche, è caratterizzato da contrafforti collinari che dagli Appennini si dirigono a pettine verso il mare Adriatico. Dolci colline che attraversate da fiumi e torrenti formano vallate di rara bellezza.

La vallata  del Tronto è quella più a sud, qui il fiume segna il confine tra le Marche e la regione Abruzzo. Le colline picene presentano un paesaggio ancora “feudale” con piccoli centri arroccati sulle cime dei colli e muniti di cinte murarie, torri, rocche, case e chiese antiche.

E’ una realtà dai molteplici paesaggi. A ovest si innalzano suggestive montagne coperte di boschi, oggi parte dei Parchi Nazionali dei Monti Sibillini e del Gran Sasso e Monti della Laga, che proprio in questo tratto hanno,”sulla carta”,  i loro punti di confine ma che in realtà si presentano senza soluzione di continuità. 

A est, si stende il mare Adriatico, dove si sviluppa il grosso centro turistico di San Benedetto del Tronto, il cui porto vanta una delle più grosse flottiglie di pesca d’Italia.

Tra le montagne e il mare si sviluppano una miriade di colline coltivate in gran parte a vigneti e uliveti, produttori di quelle che diventeranno le famose”olive ascolane” e il rinomato “Rosso Piceno Superiore”, vino speciale, amorosamente prodotto solo in questa ristretta area geografica.

Alla varietà di paesaggio si affiancano una varietà di tradizioni storiche, artistiche, folcloristiche e di attività umane che danno vita a una realtà viva e di particolare interesse.

5 thoughts on “Il Piceno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *